Il Cotonificio Turati, fondato nel 1875, si occupava di tintura e candeggio di cotone, canapa ed altri tessuti. Nel 1888 Roberto Tosi subentrò alla guida della Francesco Turati & C. L’imprenditore era già attivo nel campo tessile a Busto Arsizio e nei dintorni con la Manifattura Tosi.

Dopo la chiusura nel 1973 gran parte del complesso è stato demolito. I due edifici ancora rimasti completavano il ciclo produttivo dell’opificio Tosi: in piazza Soldini sorgeva la tintoria mentre in piazza Castegnate era l’apprettificio.
Se si osservano i due fabbricati, si nota l’evolversi della tipologia degli edifici industriali costruiti a ridosso del fiume Olona. L’edificio di piazza Soldini presenta una struttura a corte, a uno e due piani con coperture a capanna. Quello di piazza Castegnate, successivo, è invece costruito con mattoni a vista e tetto a terrazza.

Il grande capannone di piazza Castegnate è oggi sede della Biblioteca Civica. Nel progetto di riqualificazione sono state mantenute e messe in evidenza le caratteristiche industriali. Si riconoscono i mattoni a vista, il tetto piano e alcuni degli elementi originali in cemento.
Dentro e fuori sono in costante rapporto visivo. Le grandi aperture inquadrano e proiettano all’esterno frammenti degli spazi interni mentre, verso l’interno, le finestre, rendono mutevole la percezione degli spazi. L’intervento più evidente e caratterizzante è l’inserimento dei bow-window in sostituzione dei serramenti preesistenti.

Info Utili

Come raggiungere

Contatti

Fonte

Contributi e testi a cura di UPEL Cultura: “Luoghi in Comune