Costruita nel 1919 per l’industriale Ottorino Pomini, la villa ha un impianto eclettico, in stile Liberty con richiami al romanico. Immersa in una grande parco, la residenza ha una pianta rettangolare e si sviluppa su tre piani, di cui uno seminterrato. Un ulteriore livello si aggiunge con la torretta, da cui si gode di un vasto panorama. La facciata è in muratura a vista e pietra bianca di Moltrasio. Villa Pomini è decorata con bifore, archetti, loggiati, balconcini e graffiti con motivi ornamentali.
Anche la recinzione esterna è eclettica e presenta una decorazione con due piccoli oculi, decentrati rispetto all’ingresso. Il portone, inserito in una struttura a capanna, è collegato all’entrata interna tramite un lungo porticato in mattoni rossi con archi.

Nel 1982 la villa è stata acquistata dal comune di Castellanza e, seguendo il volere del proprietario Luciano Pomini, è adibita a centro culturale polivalente. Oggi ospita una biblioteca dono della famiglia Pomini e l’Accademia musicale di Castellanza.

Info Utili

Come raggiungere

Via Don Testori
21053 Castellanza (VA)

Contatti

Fonte

Contributi e testi a cura di UPEL Cultura: “Luoghi in Comune